Torna indietro (back)
home
Nel 1948 Gruen apre a Norwood, un sobborgo di Cincinnati, un nuovo stabilimento per la produzione diretta dei movimenti negli USA; a ciò era stata spinta per evitare i dazi sempre più alti sui movimenti svizzeri, spinti dalla lobby Hamilton, Elgin e Waltham. L'ironia è che Gruen, che aveva usato quasi del tutto movimenti svizzeri fin dai giorni di Columbus, stava cercando di
portare la produzione negli Stati Uniti per competere, mentre proprio Hamilton, Elgin e Waltham sono poi ricorsi completamente ai movimenti svizzeri proprio per rimanere competitivi.

Lo stabilimento di Norwood resta aperto fino al 1955, con il progetto di realizzarvi i futuri migliori movimenti Gruen (da 21 a 23 jewels), ma purtroppo, dopo la morte di Fred Gruen e la successiva vendita della società, prima fu utilizzato come atelier di assemblaggio, poi decadde a laboratorio di riparazione e magazzino ricambi.

I modelli prodotti a Norwood furono solo quattro:
- 335 e 335ss (21 jewels)
- 3351 (23 jewels, molto raro)
- 642 (21 jewels)
- un 21 jewels da donna.
I 335 '21 jewels' furono prodotti in tre fasi distinte. I primi (1949-1950) avevano, sul quadrante, la scritta completa 'Veri-thin 21' sotto al marchio Gruen, la seconda seria (1950-53) portavano solo il numero '21' sotto il marchio, l'ultima serie (1953-55) il numero 21 era inserito in un piccolo scudo. Successivamente, probabilmente in fase di esaurimento dei movimenti a magazzino, vennero cassati senza particolari distinzioni sul quadrante, qualcuno portava (secondo la moda europea) l'indicazione '21 jewels' sopra il quadratino dei secondi.

I 335 ed i 642 furono prodotti anche in Svizzera, probabilmente per sopperire alla capacità di produzione americana, a fronte della grandissima richiesta di orologi Gruen, che fece della marca la più venduta in assoluto in quegli anni (in particolare il 1953) di tutti gli USA.

Le casse utilizzate furono di svariati tipi, sia quadrate che rettangolari o addirittura rotonde, usarono oro 14 carati o gold-filled bianco, giallo o rosa; in particolari casi furono incastonati diamanti alle ore principali.

Da ricordare lo splendido modello
"Barclays", detto anche 'Spider' per le particolari anse lavorate, che con quadranti nero o bianco, fu forse il Gruen 21 più particolare.
Caratteristiche:
il 335 21 derivava dal cal.335 tonneau Veri-thin 17 jewels, fabbricato in Svizzera.
Spirale tipo Breguet, frequenza 18.000 a/h, spessore 4,2 mm

- 335 (21 jewels): secondi al sei, tonneau 8¾ linee x 9¾ linee
- 335SS (21 jewels): secondi al centro, tonneau 8¾ linee x 9¾ linee
- 642 (21 jewels, secondi al centro, 3 aggiustamenti, rotondo 11½ linee

Il ponte principale portava la scritta 'Gruen Cincinnati US' (e non Gruen Watch Co. Switzerland), e l'indicazione del numero del calibro era già inscritta nell'ovale, che poi caratterizzerà tutta la produzione successiva, nelle ultime serie scompare il numero di matricola del movimento.
Tutte le parti erano intercambiabili con i cal.430 e 370 (esclusi i ponti, la terza e quarta ruota e lo scappamento)
2a serie
3a serie
Barclays